Acque Arsenicali
Acque Arsenicali



. . .

ACQUE ARSENICALI

Nonostante esistano separatamente in natura sia acque arsenicali, sia acque ferruginose, in questo breve articolo parleremo di acque arsenico-ferruginose, una combinazione molto più frequentemente riscontrabile in soluzione allo stato naturale. Questi tipi di acque minerali contengono in traccia anche altri elementi, come magnesio, rame, zinco, litio, ecc.., le cui quantità sono talmente infinitesimali da non rappresentare importanti variazioni nelle proprietà organolettiche. L'elemento chiave delle acque ferruginose è palesemente il ferro, anche se pochi sanno che in queste acque è presente un caratteristico tipo di flora (i ferrobatteri) in grado di assorbire il ferro presente per utilizzarlo nel proprio metabolismo.
Mentre nelle acque bicarbonato ferrose l'arsenico è presente in minutissime quantità, nelle acque solfato ferriche e solfato ferrose l'arsenico è presente in forma più evidente, anche se parliamo davvero di quantità bassissime. Per chi non ha mai sentito parlare di arsenico, ricordiamo che questo rappresenta uno dei più famosi veleni naturali, utilizzato nella composizione chimica della maggior parte di pesticidi ed insetticidi. Niente paura: le quantità presenti nelle acque termali di cui stiamo trattando sono lontane anni luce dalle quantità utilizzate in agricoltura!
Nell'ambito delle terme e del benessere, le acque arsenicali ferruginose vengono utilizzate tradizionalmente nelle terapie idropiniche, nelle terapie inalatorie, in campo ginecologico, in balneoterapia e fangoterapia. Per quanto riguarda la terapia idropinica con acque arsenicali ferruginose, è assolutamente indispensabile la presenza del medico, soprattutto se si tratta di patologie a carico di bambini. Queste acque infatti, essendo molto concentrate, hanno bisogno di essere diluite e somministrate inizialmente a dosi molto leggere (si parla di cucchiai!), per poi aumentare gradualmente la concentrazione nel corso della cura.
La somministrazione per via orale è sicuramente quella meglio tollerata dall'organismo, anche perchè meglio dosabile e meglio assorbibile dall'intestino rispetto ad altri tipi di somministrazione (farmacologica). Le acque ricche in ferro vengono utilizzate per contrastare diverse tipologie di anemie con carenza di ferro. Quest'ultimo è un elemento molto importante per il corpo umano; la sua carenza porta facile stancabilità, pallore cutaneo, astenia ed altri sintomi meno specifici che dovrebbero spingere chi ne soffre ad effettuare accertamenti per diagnosticare se si tratta effettivamente di mancanza di ferro. Una volta accertata l'anemia, è poi indispensabile eseguire tutta la serie di esami per escludere malattie di tipo intestinale. Quindi può iniziare la fase di reintegrazione del ferro mancante nell'organismo, tramite cura idropinica.
Reintegrare il ferro è indispensabile in quanto questo elemento è un costituente essenziale degli enzimi e dei coenzimi, che a loro volta influenzano tutta una serie di azioni biologiche (catalitiche, enzimatiche, ossido-riduttive, trofiche, di stimolo, ecc..) vitali per l'essere umano. Ferro ed arsenico (ripetiamo, infinitesime quantità di arsenico) danno vita ad una serie di effetti a catena a valore ricostituente, molto utile in soggetti in convalescenza. Le acque arsenicali ferruginose sono inoltre particolarmente indicate nelle terapie adottate per contrastare le patologie legate alla crescita dei bambini, in quanto rafforzano le difese immunitarie e costituiscono un valido aiuto per prevenire fastidiosi disturbi, quali allergie, patologie dell'apparato respiratorio, dermatiti, asma. Numerosi studi hanno inoltre confermato che le acque arsenico ferruginose costituiscono un valido presidio nella prevenzione e nella cura delle affezioni infiammatorie dovute ad agenti inquinanti come lo smog. La composizione arsenico ferruginosa conferisce alle cure balneoterapeutiche proprietà specifiche per risolvere l’ansia e le affezioni della tiroide. Anche in questo caso le acque vengono inizialmente diluite, per poi aumentarne gradualmente la concentrazione durante la terapia. Le acque arsenicali-ferruginose sono inoltre impiegate in malattie infiammatorie dell'apparato genitale femminile. Come per ogni altro tipo di trattamento ricordiamo che un consulto medico è assolutamente necessario prima di intrapprendere qualsiasi cura termale.

DISCLAIMER



Chi Siamo

Acque Arsenicali

Contattaci


©2014 TERME LANDIA – Tutti i diritti riservati - Privacy Policy