Acque Oligominerali
Acque Oligominerali



. . .

ACQUE OLIGOMINERALI

In base alla quantità di residuo fisso, le acque termali possono essere suddivise in due grandi famiglie: oligominerali, quando il residuo fisso risulta inferiore a 500 mg per litro, ed acque minerali, quando il residuo fisso è superiore ai 500 mg per litro. Comunemente all'interno della grande famiglia delle acque oligominerali si parla poi di acque oligominerali minimamente mineralizzate, se il residuo fisso non è superiore a 50 mg/l ed acque oligominerali, se il residuo fisso non è superiore a 500 mg/l.
Ora, tutti sanno che una corretta alimentazione prevede una corretta idratazione, che a sua volta è responsabile di un corretto ricambio idrico. Le acque oligominerali sono per natura ipotoniche (una soluzione è ipotonica quando possiede una concentrazione di particelle inferiore rispetto ad un'altra), perciò vengono assorbite dalle cellule dell'organismo molto rapidamente (in natura la differenza di concentrazione viene compensata con l'assorbimento di liquidi). Grazie a questa rapidità di assorbimento, viene attivato un complicato sistema di ricezione e regolazione dei flussi che infine provoca una maggiore quantità di acqua espulsa rispetto a quella effettivamente assunta.
L'aumento dell'azione diuretica causa anche un aumento dell'eliminazione di azoto ureico, acido urico, acido ossalico e cloruro di sodio. Le acque oligominerali vengono infatti utilizzate nelle patologie dell'apparato urinario ed in alcune alterazioni metaboliche come l'iperuricemia e la gotta. Alcuni studi hanno anche evidenziato che le acque oligominerali risultano utili nelle terapie per la rimozione dei calcoli, in quanto esse sono in grado di aumentare di numero e di forza le contrazioni peristaltiche e di dilatare le vie escretrici, creando le condizioni ottimali per la progressione e l'espulsione dei calcoli. (Non smetteremo mai di ricordare che il consulto con il medico di base è indispensabile, soprattutto in presenza di patologie presunte o accertate, e che queste pagine servono solo da stimolo per ulteriori ricerche a scopo conoscitivo).
La cura idropinica a base di acqua oligominerale effettuata alle terme risulta perciò indispensabile, soprattutto per chi soffre di questi problemi, anche se la cura dovrebbe poi trasformarsi in abitudine e le acque oligominerali dovrebbero essere assunte ogni giorno per esplicare la loro efficacia nella terapia. Sebbene l'acqua bevuta alla fonte, quindi senza alcuna manomissione, possieda caratteristiche uniche, non riscontrabili nelle comuni acque da tavola imbottigliate, è dimostrato che chi assume acque specifiche, crea una sorta di effetto tampone tra una cura idropinica e l'altra. Il medico stabilirà di volta in volta quanto le cure idropiniche presso strutture accreditate debbano essere ravvicinate nel tempo.
L’acqua oligominerale, proprio per le sue caratteristiche diuretiche, aiuta quindi a perdere liquidi ma, e sottolineiamo questo passaggio, non elimina direttamente i grassi. In un regime dietetico dimagrante, è utile assumere almeno due litri di acqua oligominerale al giorno, ma solo perchè questo tipo di acqua termale facilita l’eliminazione renale delle scorie, contribuendo a pulire l'organismo e ad attivare quei processi metabolici indeboliti ed affaticati dalla presenza di troppe scorie.

DISCLAIMER



Chi Siamo

Acque Oligominerali

Contattaci


©2014 TERME LANDIA – Tutti i diritti riservati - Privacy Policy