Percorsi Vascolari
Percorsi Vascolari



. . .

PERCORSI VASCOLARI

Le patologie vascolari riguardano tutti quei disturbi relativi ad arterie, vene e vasi linfatici; in particolare capillari visibili, senso di pesantezza, gonfiori, formicolii e bruciori agli arti inferiori sono solo gli effetti più evidenti ed iniziali di una serie di patologie che possono sfociare in malattie ben più gravi se non curate in tempo. In questa sede metteremo da parte gli aspetti medici della questione (che lasciamo al Vostro medico curante), per prendere in considerazione solo l'aspetto terapeutico strettamente legato alle terme.

La maggior parte delle persone che soffrono di patologie di origine venosa sono le donne che, a causa di condizioni fisiologiche (tipo la gravidanza), o comportamentali (posture scorrette, abbigliamento eccessivamente attillato, utilizzo di scarpe con tacchi vertiginosi) accentuano il già di per sè problematico ritorno venoso che, ricordiamo, nelle gambe avviene contro la forza di gravità. Soffre di insufficienza venosa più del 25% della popolazione italiana e, sebbene le donne risultino statisticamente più colpite, la sintomatologia non risparmia nemmeno gli uomini, soprattutto dopo traumi che prevedono lunghi periodi di immobilizzazione (vedi gesso).

percorsi vascolari
Per tutti coloro che soffrono di problemi di carattere venoso, e che non si trovino nella fase acuta della patologia, la medicina termale consiglia i cosiddetti camminamenti vascolari, che consistono in lunghe passeggiate in vasche termali contenenti acqua termale.
Le due vasche termali di cui si compone il trattamento benessere sono profonde circa 80 centimetri (devono arrivare più o meno al bacino) e contengono l'una acqua termale sulfurea salsobromoiodica alla temperatura di 20-22°, l'altra vasca contiene lo stesso tipo di acqua, ma ad una temperatura intorno ai 30-32°. Nelle vasche sono inoltre presenti degli idrogetti a differente pressione che aiutano a drenare i liquidi che ristagnano sotto pelle.
Le acque sulfureo-salsobromoiodiche, utilizzate nella terapia dei percorsi vascolari, sono notoriamente rilassanti, defatiganti ed inoltre coadiuvanti nel trattamento antiflogistico. Sono inoltre antiinfiammatorie e disinfettanti. I circuiti vengono effettuati sotto stretto controllo di medici fisioterapisti che indicano ai pazienti movimenti ed esercizi da effettuare con gli arti inferiori immersi nell'acqua.
Il percorso benessere tonifica i muscoli, mentre l'idromassaggio esplica un'azione drenante che, unita alla variazione di temperatura dovuta al passaggio da una vasca all'altra, costringe i capillari ad un continuo dilatarsi/restringersi, utile a mantenerli attivi ed elastici.

Il percorso vascolare in sè e per sè dura di solito una ventina di minuti, durante i quali si cambia vasca più volte e si fanno delle soste su alcune piazzole poste lungo il percorso. In questi frangenti si posizionano i piedi più in alto rispetto alla testa e si effettuano degli esercizi particolari (tipo bicicletta) suggeriti dai terapisti.
Al percorso vascolare seguono massaggi linfodrenanti, pressoterapia e ginnastica vascolare. Tutto ciò deve essere ripetuto per una dozzina di giorni senza interruzioni, almeno una volta all'anno. E' evidente che problemi di tipo vascolare dovrebbero spingere chi ne soffre a smettere di fumare, muoversi di più e condurre uno stile di vita sano ed equilibrato, senza eccessi alimentari o alcolici. In tutti i casi si ricorda che non tutti coloro che soffrono di problemi vascolari possono, senza avere precedentemente consultato un medico specialista, sottoporsi a questo tipo di cure termali.
E' indispensabile infatti essere seguiti da terapisti e medici specialisti, che proibiranno per esempio i camminamenti vascolari nella fase acuta della patologia. Per questo tipo di problema si consigliano le Terme di Montepulciano, le Terme di Porretta e quelle di Abano Terme.

DISCLAIMER



Chi Siamo

Percorsi Vascolari

Contattaci


©2014 TERME LANDIA – Tutti i diritti riservati - Privacy Policy