Terme Lazio
Terme Lazio



. . .

TERME LAZIO

Acquista il Tuo Soggiorno Benessere con Un Trattamento Incluso nel Lazio

TERME LAZIO - Il Lazio è una regione molto ricca di sorgenti termali e centri benessere, tutti inseriti in complessi termali molto avanzati e dotati di ogni comfort.La maggior parte dei centri termali laziali nascono a stretto contatto con la natura, e devono la loro notorietà al patrimonio artistico e storico che etruschi e romani hanno lasciato in queste meravigliose località.

I complessi delle Terme di Fiuggi sono di sicuro tra i più noti tra i centri benessere laziali. La zona termale è immersa nel verde di castagni e pini, poco distante però dal vivace centro cittadino, ricco di storia, arte e divertimenti.
In grandi parchi verdi troviamo tutto ciò che uno sportivo può sognare, da campi da tennis, a minigolf, a campi da bocce.. oltre che due lussuosissimi alberghi, direttamente collegati allo stabilimento termale.

A pochi Km da Fiuggi troviamo un'altra località termale molto famosa dal punto di vista storico: è Ferentino, situata vicino al Lago Canterno, al Circeo, a Montecassino, Alagni e Alatri. Le Terme Pompeo, già usate dagli antichi Romani, sfruttano le benefiche proprietà delle acque sulfuree bicarbonato calciche che sgorgano alla temperatura di 16°C. Le Terme di Ferentino sono inserite nel verde contesto di un parco con piscine termali e centro benessere.

Altrettanto frequentate sono le Terme di Palestrina e le Terme di Tivoli. Frequentate dai nobili romani del periodo imperiale, le Terme di Palestrina sfruttano le acque oligominerali che sgorgano da otto sorgenti scavate nel tufo. La fonte principale, Fons Ceciliana, apparteneva all'epoca alla famiglia Cecilia, che fece costruire vicino alla sorgente la sua sfarzosa villa. Le acque delle sorgenti termali sono solfuree-carboniche e sgorgano ad una temperatura di 23°C.
Le Terme di Tivoli sono invece famose per le sorgenti di acque ipotermali sulfuree, dette anche acque albule, dal colore biancastro, che fuoriescono dai laghi Colonnelle e Regina.
Entrambe le località termali sono anche note località turistiche, grazie alle numerose ville romane e rinascimentali, tutte dotate di splendidi parchi e fontane.

All'estremo sud del Lazio troviamo invece numerose sorgenti con acque molto più calde (tra i 40 ed i 65°C). La località termale più famosa è Castelforte, che conta ben 9 stabilimenti termali, ben inseriti in complessi sportivi e ricreativi ed a pochi Km dal mare.

In Provincia di Rieti troviamo la località termale di Castel Sant'Angelo, inserita in un contesto naturalistico di laghi vulcanici assolutamente da vedere. Si consiglia l'escursione al Terminillo ed alle Gole del Velino, oltre che ad un soggiorno termale intorno alle due sorgenti di acqua minerale fredda: Vecchi e Nuovi Bagni.Poco lontano ci sono invece le Terme di Rieti, anch'esse già ampliamente sfruttate dai Romani.

Per chi adora invece i centri benessere con sorgenti termali calde non ha che da visitare le Terme dei Papi di Viterbo, con le sue sorgenti citate addiritture da Dante nella Divina Commedia.
Le acque della storica sorgente Bullicame sgorgano infatti a ben 58 gradi centigradi, e la sorgente di riserva, il Bagno del Papa, non è da meno.. Molto curioso il fatto che queste terme utilizzano due tipi di fanghi termali molto rari, uno grigio di tipo lavico ed uno bianco di tipo sorgivo.
La curiosità sta nel fatto che i due tipi di fanghi termali delle Terme di Viterbo, prelevati dal lago vulcanico Bagnaccio, sono già maturi, e cioè non hanno bisogno di essere lavorati per sei mesi dall'uomo (come accade per la maggior parte dei fanghi in tutti i centri termali). Qui le acque ipertermali, sgorgando dal fondale argilloso, rendono naturalmente maturi i fanghi, risparmiando all'uomo la fatica di renderlo attivo.
Vale la pena di concedersi una bella escursione nei boschi dei Monti Cimini e visitare il centro medioevale della bella Viterbo, dopo aver approfittato dei rilassanti benefici dei trattamenti termali.
Sempre nella Tuscia, non puó mancare un accenno alle Terme di Orte, con le sue acque sulfuree e i femomeni di termalismo secondario delle solfatare.

DISCLAIMER



Chi Siamo

Terme Lazio

Contattaci


©2014 TERME LANDIA – Tutti i diritti riservati - Privacy Policy